Fotogallery

    Monumento ai Caduti

Topnews - ANSA

Promozione del Territorio

SAN PIETRO A MAIDA CITTA' DELL'OLIO DI OLIVA

Calcolo IUC 2014

Calcolo IUC 2014

Centro Didattico Universitario

 Logo

 COMUNE di

SAN PIETRO A MAIDA

 

Clicca qui per accedere alla pagina 

Teatro Comunale "G. Aiello"

Auditorium

Antichi Costumi

antichi costumi

Costumi

La Calabria era ricca e sovrabbondante di varietà di costumi, maschili e femminili. Poi, lentamente, il tempo ha distrutto e fatto dimenticare tutto. Oggi è sempre più raro vedere donne in costume tradizionale. In alcuni paesi, e tra questi il nostro, è difficile rintracciare un qualsiasi capo del costume, e tanto meno uno intero.

Vediamo come si vestivano le nostre nonne : prima s'indossava la "suttana", una camicia di colore bianco, larga e lunga fino ai piedi; sulla camicia si indossava il corpetto, un pezzo senza maniche, con delle stecche cucite all'interno e dei lacci nel davanti, in modo tale che potesse stringere a volontà e far risaltare la vita stretta e la linea del seno. Dalla vita in giù si indossava un panno rosso di "tibet", caratteristico di tutto il costume, che dava risalto ai colori delle altre stoffe. Il colore era importante in quanto indicativo dello stato civile della donna. Il rosso era usato dalla maggioranza dei casi ed indicava che la donna era sposata. Le signorine lo indossavano di un tipico colore marroncino ("cafhè") e le vedove lo portavano nero. Poi indossavano la "gunneddra" una gonna sempre nera a larga pieghettatura, di tessuto di varia qualità di lana. Veniva poi avvolta strettamente nella parte posteriore e chiusa sul lato destro a guisa di lunga coda. Sul fianco c'era pure un'apertura occultata per simulare una tasca lasciata per rendere agevole la sganciatura della veste mediante l'introduzione della mano nell'interno. Completava il vestito il grembiule nero (la "fhaddalicchia"). Copriva la testa o veniva poggiato semplicemente sulle spalle lo scialle che era quasi sempre blu o nero ("fharzulettune"). I capelli li portavano sempre lunghi e raccolti sulla nuca "a mò di tuppo". Non portavano molti gioielli ma solo qualche catenina o anellino, gli orecchini sempre.
 

Comune di San Pietro a Maida

P.IVA 00296600794

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.15 secondi
Powered by Asmenet Calabria